Excite

Whatsapp, Facebook e le altre chat: il punto alla fine dei messaggi non fa sembrare sinceri

Le chat hanno cambiato il linguaggio di molti di noi facendo spesso, e giustamente, arrabbiare i puristi della grammatica. Su Whatsapp, Facebook o Skype terminate mai il messaggio usando un punto finale? Molto probabilmente no, sappiate però che se è vostra abitudine farlo correte il rischio di sembrare meno sinceri.

La conferma arriva da uno studio sull'argomento rilanciato dal Washington Post, in sostanza ogni volta che in un'app di messaggisstica istantanea si chiude un messaggio con un punto dall'altra parte si percpisce come una cosa sospetta. Nell'articolo pubblicato su Computers in Human Behavior si legge: "I messaggi di testo sono uno dei metodi di comunicazione mediati da computer (CMC) più utilizzati. Il rapido avanzamento della comunicazione testuale imita quella viz à viz, e ci porta a domandarci come fare a riprodurre nella CMC anche gli aspetti critici non-verbali della conversazione, come il tono della voce."

I 10 modi in cui Whatsapp ci ha cambiato la vita: i danni e le ansie per l'app di messaggistica

Il campione della ricerca è composta da 126 studenti universitari, non un numero esagerato ma che permette comunque di farsi un'idea. La sensazione rimane invariata: meglio concludere i messaggi digitali con punti di domanda, punti esclamativi ed emoji ma non con il punto. La messaggistica testuale non può servirsi degli indizi sociali che si usano nelle comunicazioni verbali, manca il tono di voce, l'espressione facciale e molto altro.

In sostanza la punteggiatura standard si modifica nelle comunicazioni digitali instantanee, si usano dei trucchi linguistici per aggirare l'ostacolo e per non dare impressioni sbagliate.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018