Excite

WhatsApp a pagamento: nuova bufala per l'app di messaggistica

Nuova preoccupazione per tutti gli utilizzatori di WhatsApp che, in queste ore, stanno ricevendo una strana comunicazione, una semplice bufala, da parte dei loro amici, secondo cui per utilizzare il famoso servizio di messaggistica istantanea tutti noi dovremo, a breve, sborsare ben 8,65 euro al mese.

Ma nessuna paura, nessun canone mensile, oltre a quello annuale, verrà introdotto: si tratta semplicemente di un fake, come molte altre prima di lui, che sfrutta la recente popolarità di WhatsApp. Ben nota a tutti è, infatti, non solo la sua recente acquisizione da parte del papà di Facebook, Mark Zuckerberg, avvenuta la scorsa settimana per la cifra record di 19 miliardi di dollari, ma anche il tanto discusso down che l'app ha subito nella serata dello scorso sabato.

Insomma, si tratta dell'ennesima catena di Sant'Antonio che invita, come molte altre prima di lei, a inviare il messaggio ad almeno 10 contatti e 3 gruppi della propria rubrica per poi poter usufruire così di ulteriori due anni del tutto gratuiti del servizio, senza dover spendere nemmeno un euro (o poco meno). Uno scherzo che sta facendo il giro del web e che tutti noi stiamo ricevendo ma che viene ciclicamente ripetuto: vi ricordate, a luglio, l'avviso secondo cui se non avremmo fatto circolare la voce avremmo dovuto pagare ben 37 centesimi ogni singolo messaggio inviato con questa applicazione?

Nulla, almeno per il momento, cambierà in WhatsApp nonostante la sua acquisizione da parte di Facebook. È arrivata la conferma dai vertici che tutto continuerà a funzionare com'è successo sin ora: gratis al download e per i primi 12 mesi, poi servirà un canone annuale di 0,99 centesimi, per inviare e ricevere, tramite connessione internet, tutti i messaggi con i nostri amici che possiedono l'app.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017