Excite

Toner, ma quanto mi costi?

Il toner delle stampanti è il liquido più costoso del mondo, persino più caro dell’ottimo champagne francese e del petrolio. Per questo in moltissimi cercano di ovviare il costo del toner utilizzando cartucce di colore nero o multicolori non originali, ma di marche compatibili, e di minore qualità col rischio di danneggiare la stampante; oppure acquistano il toner liquido da iniettare nella vecchia cartuccia della stampante. Il risultato: stampe dai colori sbiaditi, stampante che si rovina prima del tempo.

Un altro rimedio per risparmiare sul toner ce lo svelo un giornalista di un noto quotidiano nazionale, cambiare font di scrittura. Ossia utilizzare una modalità di carattere che necessita di meno inchiostro, sostituire dunque il noto Times New Roman, font utilizzato in tutti i documenti ufficiali, con il font Century Gothic, meno grassoccio il carattere e meno uso di toner per le nostre stampanti.

Altra soluzione, molto più efficace, è utilizzare il toner Ecofont, un software di stampa ecocompatibile inventato da uno studio grafico olandese che permette di risparmiare fino al 25% del toner tradizionale. La loro invenzione consiste nell’aver praticato dei micro-buchi all’interno delle lettere che non ostacolano affatto la leggibilità dei testi ma permettono invece di risparmiare sull’inchiostro di stampa.

L’uso di un quantitativo inferiore di toner nelle stampe non è solo un vantaggio economico ma anche per il Pianeta perché consumare, e quindi produrre meno inchiostro, significa inquinare meno ed emettere meno anidride carbonica nell’atmosfera terrestre. Ora c’è solo da capire quanto sarà il costo dell’Ecofont.

(Foto © stagliano.blogautore.repubblica)

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017