Excite

Signal, l'app di messaggistica più sicura: piace a Snowden e fa paura alle agenzie di sicurezza

Si chiama Signal, è una app di messaggistica e nell'ultimo periodo sta attirando sempre più l'attenzione di molti utenti. Ad influire sulla visibilità di questa applicazione è stato il commento di Edward Snowden che su Twitter ha dichiarato di usarla ogni giorno. Se lo whistleblower che ha svelato al mondo la sorveglianza di massa chatta con Signal e non con Whatsapp o Telegram un motivo ci sarà.

Cosa ha di particolare la app che ha come simbolo la classica nuvoletta? A primo impatto non sembrerebbe nulla di particolare, grafica molto minimalista e facile da usare, si può scaricare sia sull'Apple Store e ora anche su Google Play ma è l'app di messaggistica più sicura al mondo. Ai suoi limiti visivi può aggiungere il grande pregio: la privacy.

Whatsapp blocca i link di Telegram: malfunzionamento o 'guerra' alla concorrenza?

Si possono inviare messaggi, chiamate, immagini, video e molto altre in maniera sicura, tutto in Signal è protetto dalla crittografia end to end, l'app unisce in sostanza TextSecure e RedPhone. Signal permette inoltre di verificare la reciproca identità, durante una chiamata compariranno sullo schermo sia di emittente che di ricevente due parole. Se combaciano, il meccanismo fila.

Questo genere di app preoccupa evidentemente le agenzie di sicurezza perchè può far gola a terroristi anche se in effetti esistono da tempo altre modalità. La nostra privacy è costantemente a rischio e ultimamente lo stesso Whatsapp è stato bocciato in materia mentre Signal nell'ottobre del 2014 è stata inclusa dall'Electronic Frontier Foundation (organizzazione internazionale impegnata nella tutela dei diritti digitali) nella guida aggiornata di autodifesa contro la sorveglianza. Una garanzia, no?

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017