Excite

Ruzzle: il campionato incontra i primi problemi e lamentele

p> È partito solo da qualche giorno il primo campionato italiano di Ruzzle, ma gli utenti già riscontrano i primi problemi: ma le lamentele sono tutte giustificate oppure no?

Ruzzle: I trucchi per vincere senza imbrogli

Web Hub, la società che ha promosso il torneo che, al momento, conta già quasi 55 milioni d’iscritti (un numero davvero enorme, considerando che questa è una competizione tutta italiana), ha promesso tolleranza zero verso chi usa trucchi e cheater. Ma come fare a individuare quelli che realmente imbrogliano da chi, invece, è un grande esperto del gioco?

Ruzzle: ma conviene davvero usare trucchi?

Questa è la domanda che sta assillando molti dei partecipanti al torneo che, a volte, non capiscono se l’avversario sta utilizzando, o meno, trucchi. Ebbene sì, perché quando una persona vince facendo 30000 punti in una sola manche, è palese che stia barando, così come quando trova solo e tutte le migliori parole della griglia. Ma quando le parole trovate sono tante ma non troppe, come si fa a capire? Trovare 80 vocaboli in un turno per alcuni è possibile, per altri un’utopia: come comportarsi in questo caso? Come capire chi trucca o no? In questo caso è impossibile!

Altri utenti, invece, si stanno lamentando delle caratteristiche più tecniche del gioco: per poter accedere al campionato, dopo l’iscrizione, è necessario o scaricare l’app (su Android) o andare su una sezione apposita del sito di ruzzoliamo (su Apple), inserire i dati, i codici inviati e, a partita ultimata, lo screenshot del risultato. Tutto troppo macchinoso e poco pratico, se si aggiungono alcuni reset e problemi ancora da limare.

Intanto, la Ruzzle mania sembra non arrestarsi e, dopo il Campionato italiano di Ruzzoliamo, stanno arrivando nuovi tornei: promossi dai vari siti, come Diregiovani o i tornei serali della fanpage Facebook del gioco.

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017