Excite

Ricaricare il telefono con la masturbazione: arriva Wankband, il braccialetto di Pornhub - VIDEO

  • Youtube

di Simone Rausi

A chi non è capitato di restare con il 2% di carica in batteria in una situazione d’emergenza in cui non si avevano a disposizione caricatori o prese della corrente elettrica? Beh, da questo momento in poi, in queste occasioni, vi basterà solo abbassare le mutande. Arriva infatti Wankband, il primo braccialetto che caricherà i vostri dispositivi mobili trasformando l’energia cinetica della masturbazione.

Nina Zilli si masturba nel video ufficiale di “Sola”. Guarda

L’idea è del famoso sito di video a luci rosse, Pornhub, che ha creato un vero e proprio portale di lancio dedicato al prodotto. Manco a dirlo, i doppi sensi si sprecano: “Il potere è nelle vostre mani” o “create energia pulita dai vostri pensieri più sporchi”. Già perché il braccialetto Wankband ha tra i meriti quello di impattare sempre meno sull’ambiente. Ma come funzionerà il caricatore da polso?

All’interno di Wankband c’è una sorta di trasformatore che converte l’energia cinetica prodotta dal movimento oscillatorio del braccio in energia utile al caricamento di smartphone, tablet e altri dispositivi. Tutta la carica accumulata, infatti, viene immagazzinata all’interno di un’ulteriore batteria all’interno del bracciale. Collegando il dispositivo al bracciale per mezzo di un cavo usb si ottiene la carica.

Wankband non è ancora in commercio e non si conosce il prezzo di lancio. Qualcuno ha pensato che si trattase di una trovata pubblicitaria ma se consideriamo che il colosso Pornhub attira sul suo sito 41 milioni di visitatori ogni giorno e che nel portale dedicato a Wankband è possibile iscriversi alla lista di chi testerà il prodotto in anteprima, l’ipotesi pare davvero improbabile. Presto caricare il telefonino sarà parecchio piacevole. Ma anche discriminatorio. Pensate a chi soffre di eiaculazione precoce...

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017