Excite

Quanto riusciamo a stare lontano dallo smartphone?

  • Instagram

Avete mai provato a lasciare lo smartphone in una stanza e a spostarvi in un'altra? Quanto tempo avete resistito? In media le persone resistono poco, molto poco. Lo sa bene la Motorola che sta realizzando proprio in questo periodo una serie di spot per far capire che la dipendenza dallo smartphone è un problema reale.

La campagna pubblicitaria si chiama #PhoneLove che già nel titolo fa capire precisamente a cosa ci riferiamo. L'esperimento è uno solo: viene chiesto aun campione di persone di rimanere sedute con le mani appoggiate sul tavolo e il loro telefono davanti agli occhi. Poco dopo lo smartphone inizia a emettere dei suoni, vibra, squilla, s'illumina... Cercando ovviamente di catturare l'attenzione della persona che è lì a pochi centimetri ma non può in teoria toccare il telefono. Quanto resisterà? Quasi tutti gli individui appartenenti al campione hanno resistito pochissimo, e hanno mosso le mani dal tavolo per controllare il telefono. Il nuovo smartphone sponsorizzato dalla Motorola, promette di lasciarci le mani libere e di risolvere così il problema.

Una nuova funzione per usare lo smartphone prima di dormire

Nella campagna pubblicitaria è stato coinvolto anche l'attore Ashton Kutcher. Proprio Kutcher paragona lo smartphone al frigorifero. Il paragone pare azzeccato. Perché? "Le persone credono che ci sia un intero mondo al di là dello schermo del telefono e hanno paura di perderselo; più o meno come succede con il frigorifero, quando lo apriamo e pensiamo che per magia apparirà qualcosa che prima non c'era" ha spiegato l'attore.

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017