Excite

Pubblicità su Whatsapp in arrivo? Facebook "venderebbe" i dati personali alle aziende

  • Twitter

di Simone Rausi

Qualche tempo fa Whatsapp è stato acquisito da Facebook e, infatti, sta già somigliando sempre più al social dell’amico Mark. Esattamente come Facebook, anche Whatsapp da servizio free apparentemente disinteressato si sta aprendo alla pubblicità targetizzata. Uso i tuoi dati e li vendo alle aziende, così loro possono spararti in faccia i banner con i loro servizi. In perfetto stile Zuckerberg .

Come cancellare contatti Whatsapp in 3 semplici passi

Pare infatti che prossimamente, il servizio di messaggistica istantanea più scaricato al mondo, ospiterà banner pubblicitari come la più fastidiosa delle applicazioni. D’altronde Whatsapp ha decisamente ampliato il suo bouquet di servizi agli utenti che, oltre a una serie di messaggi illimitati possono anche telefonare. Ci sarà pur un prezzo da pagare, no? A proposito di prezzo: l’odiosissimo canone annuo da 89 cent che tanto pesa a buona parte degli utenti (è una cifra irrisoria, vero, ma se abitui la gente ad utilizzare un servizio gratuitamente poi, quando c’è da inserire la carta di credito, scoppiano le rivoluzioni) potrebbe del tutto scomparire.

L’applicazione tornerebbe quindi ad essere totalmente gratuita, come agli albori, ma i banner pubblicitari sarebbero il prezzo da pagare. Pubblicità targetizzata, come dicevamo all’inizio. Zuckerberg, infatti, venderebbe a caro prezzo i dati relativi a interessi e orientamenti vari alle aziende che così potrebbero proporre servizi e prodotti mirati (esattamente come già avviene con le Facebook Ads).

L’arrivo della pubblicità su Whatsapp non va presa come l’ennesima bufala venuta dal basso. A confermarlo è David Wehner, chief financial officer dell’applicazione, che durante un evento istituzionale a Boston ha dichiarato: “Le aziende potrebbero utilizzare WhatsApp per raggiungere i clienti”. E sappiamo tutti che quando il direttore finanziario di un colosso del genere si sbilancia tanto da usare in pubblico un condizionale, la cosa è praticamente fatta.

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017