Excite

"Picchiamo Marchisio": polemiche per la nuova App per Smartphone

  • Facebook

"Il noto calciatore della Juventus ha dichiarato pubblicamente che il Napoli e i suoi tifosi gli sono antipatici, ed è per questo che nasce PICCHIAMO MARCHISIO, un modo divertente di mostrare il nostro affetto al grande giocatore". Una app che sin dalla sua descrizione promette di far discutere, quella dedicata a Claudio Marchisio.

Radio partenopea intervista il padre di Marchisio, il video

Proprio come il nome suggerisce, l'applicazione contiene un gioco il cui scopo è picchiare Marchisio, più lo si riempie di sberle, calci, cazzotti, graffi, ematomi e più sono alte le possibilità di avanzare nelle varie categorie.

Se il videogame è definito "divertente" da parte di chi lo ha creato, diversa sembra l'opinione del pubblico. "Picchiamo Marchisio" ha avuto recensioni negative e su Google Play, lo store virtuale di Android su cui è disponibile gratis, ha ricevuto un apprezzamento pari a sole due stelle su cinque. Giudizio insufficiente.

La polemica sull'asse Napoli-Juventus è stata innescata la scorsa settimana, quando avevano fatto molto discutere le parole del centrocampista bianconero, rilasciate nel corso di un intervista a Style. "Se ho un giocatore che odio? No, ma c'è un'intera squadra, il Napoli. Ogni volta che ci gioco contro scatta qualcosa. Un sentimento che è aumentato dopo la finale di coppa Italia e la Supercoppa di Pechino".

Parole che hanno scatenato il finomondo. Prima il comuncato stampa del Napoli: "Le dichiarazioni di Marchisio a Style rappresentano una grave offesa al Napoli e al calcio italiano. Ci sorprende che arrivino da un calciatore della sua statura che gioca in una squadra così prestigiosa. Auspichiamo che si tratti di un fraintendimento e ci aspettiamo chiarimenti dal giocatore e dalla Juventus".

Poi quello del club bianconero: "Claudio Marchisio ha espresso un’opinione nel corso di un’intervista al mensile Style del Corriere della Sera. Tale opinione è chiaramente riferita alla sana competizione agonistica che ha visto Napoli e Juventus protagoniste di partite accese e spettacolari. Nessuna offesa: non comprenderlo significa cercare una polemica inesistente".

In mezzo le offese e le minacce di morte che Marchisio ha subito sulla sua pagina Facebook, poi le dichiarazioni accomodanti del calciatore, (scuse in dialetto napoletano in una intervista rilasciata a Le Iene).

Insomma, quando la polemica pareva ormai sopita, ecco spuntare un nuovo seme della discordia, una app che ha già generato reciproche scambi d'accuse in rete fra le rispettive tifoserie. E intanto l'1 marzo, giorno del fatidico scontro Napoli-Juventus, si avvicina...

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017