Excite

Peeple, l'app per recensire la gente arriva a fine Novembre: è il TripAdvisor degli esseri umani

  • Peeple

di Simone Rausi

Quanto vale per te una persona? Come giudichi il tuo collega di scrivania, l’ex fidanzata o il vicino di casa che parcheggia sempre davanti al portone? Da fine novembre potrai usare da un minimo di una a un massimo di cinque stelle e rendere pubblico al mondo quello che segretamente pensi di ognuna delle persone della tua vita. Arriva Peeple, l’applicazione per recensire la gente, il TripAdvisor degli esseri umani.

Juasapp, l’app degli scherzi telefonici

In modo del tutto analogo a quello che fa l’applicazione con il gufetto, Peeple ti permetterà di lasciare un voto o un giudizio a chiunque ti passa per la testa. Potrai consigliare la frequentazione di questa o quella persona o spifferarne tutti i difetti peggiori. E nessuno dei chiamati in causa potrà fare nulla perché il commento venga cancellato o la sua scheda eliminata. Una volta che qualcuno farà il tuo nome su Peeple questo resterà per sempre negli archivi dell’applicazione, potrà essere ricercato, condiviso, consigliato. A meno che non si violino le condizioni di servizio utilizzando offese di vario tipo o riferimenti alle condizioni di salute ma, si sa, parafrase il peggiore degli insulti è un giochetto da ragazzi per il popolo della rete.

Immaginate quello che potrebbe accadere da fine Novembre, periodo in cui è previsto il rilascio dell’app. I rischi di una degenerazione ci sono tutti: dalle finte recensioni fatte con lo scopo di umiliare qualcuno (esattamente come già avviene su TripAdvisor con i gestori dei locali concorrenti che si fingono turisti disgustati) alla legittimazione del bullismo online, una piaga già piuttosto dilagante. Nessun pericolo per Julia Cordray, una delle fondatrici di Peeple, che rassicura tutti affermando che “Per scrivere una recensione di qualcuno bisogna avere 21 anni, un account Facebook e usare il vero nome. Inoltre bisogna confermare di conoscere la persona che si vuole recensire in una di queste tre categorie: professionale, romantica, personale. Per aggiungere al database qualcuno che non è mai stato recensito, bisogna avere il numero di cellulare di quella persona”. Controlli che, sulla carta, sembrano facilmente eludibili. Basteranno? Di certo c’è che la società ha già raccolto 7 miliardi e mezzo di dollari da parte degli investitori.

Le possibilità, secondo i fondatori, sono infinite: c’è chi potrebbe usare Peeple per capire se nella zona in cui gioca il figlio o si vuole prendere casa ci siano persone poco raccomandabili e chi la userebbe per mettere in guardia gli altri studenti o colleghi da un professore non troppo corretto. E chi vuole semplicemente offendere per il piacere di farlo? C’è sempre la possibilità di replicare e chi non è iscritto all’app avrà un profilo in cui le recensioni negative non saranno mai pubblicate. Ma qual è il confine tra un giudizio positivo o negativo?

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017