Excite

Onde elettromagnetiche, in Francia vietati i cellulari ai bambini

Il provvedimento che vieta i cellulari ai bambini è stato preso dalla Commissione Affari economici del Senato, a Parigi, per proteggere i più giovani dalle onde elettromagnetiche.

Gli studi scientifici non hanno ancora dimostrato la pericolosità delle onde emesse dai cellulari, ma i più piccoli potrebbero essere i più esposti a eventuali danni. Così, mentre medici e pediatri hanno pareri contrastanti al riguardo, il Governo francese ha messo le mani avanti e ha deciso di tutelare i minori da possibili rischi.

Un altro importane provvedimento che va in coppia con il divieto dell’uso dei telefonini per i ragazzini, è quello di imporre l’uso degli auricolari che dovrebbero essere obbligatoriamente venduti insieme al cellulare.

Si sta pensando anche di introdurre delle norme per schermare i telefonini venduti in Francia e limitare così la quantità di radiazioni emesse dagli apparecchi.

A Lione già da tempo è stata avviata una campagna di sensibilizzazione sui rischi delle onde elettromagnetiche per la salute dei ragazzi, un’anticipazione della nuova legge approvata in questi giorni in Commissione. L’intento è quello di dissuadere i genitori dall’acquisto di cellulari per i propri figli piccoli.

Una proposta di legge simile a quella francese circola da quasi un anno nel Parlamento britannico, ma ancora non è arrivata a buon fine e il suo iter è stato abbastanza controverso. La Francia è, dunque, il primo Paese al mondo ad avere una legislazione su questo tema.

Il provvedimento sulle onde magnetiche - denominato Grenelle 2 - è stato votato dalla Commissione dopo 35 ore di discussione e l'esame di 1089 emendamenti. Anche in Francia, dunque, non c’è un pieno accordo su una questione ambigua su cui la scienza non sa dare spiegazioni esaustive.

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017