Excite

Sochi 2014, Samsung vieta l'iPhone agli atleti

Aprono oggi le Olimpiadi di Sochi e ci arriva dal sito Bluewin una notizia che ci lascia un po' basiti e che sta facendo il giro del web: Samsung, partner ufficiale dei giochi, ha vietato agli atleti l'utilizzo dei loro Smartphone Apple, LG, HTC, insomma, non Samsung, nel corso degli eventi.

In quella che è stata già definita come una delle Olimpiadi più costose della storia, ricca di sprechi e di polemiche più che fondate, mancava solo Samsung con le sue pretese: tutti gli atleti dovranno stare attenti al device che utilizzeranno, nascondendo eventuali simboli terzi, mele morsicate in primis, pena multe salate o, addirittura, l'espulsione. Una stravaganza priva di fondamento? Sembrerebbe proprio di no, in quanto tale esigenza non solo scaturirebbe da alcuni accordi firmati con i diretti interessati, ma troverebbe anche fondamento in una clausola del Regolamento Olimpico, che va proprio a proteggere i prodotti dello sponsor: insomma, in cambio di alti finanziamenti sembra lecito aspettarsi tanta pubblicità.

Così come, dunque, non troveremo panini Burger King, non dovremmo trovare scorci di mele morsicate? Un po' più difficile perché, se è logico che in interviste, eventi e altri momenti ufficiali non si andrà a parlare di Apple e altre aziende di telefonia, un po' meno è il non poter usare, in un momento di pausa, il proprio smartphone per raggiungere familiari e amici.

Dal canto suo, però, Samsung, proprio per contrastare queste possibilità, ha regalato a ogni atleta che parteciperà alle Olimpiadi di Sochi un Galaxy Note 3, dispositivo simbolo dell'evento: insomma, un'alternativa più o meno forzata e gradita, ora non ci resta che cercare mele e altri simboli tra le mani di incauti partecipanti.

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017