Excite

Facebook chiude WhatsApp: ecco la nuova bufala del web

Molte sono le bufale che, ormai negli anni, hanno riguardato WhatsApp: funzioni extra a pagamento, abbonamenti settimanali o aumenti di prezzo se non si invia un determinato testo a un certo numero di amici, sono spesso arrivati in forma di messaggio a tutti noi. Ma questa è la prima volta che si parla di una sua chiusura proprio da parte del suo nuovo proprietario, Facebook.

La notizia, che è iniziata a circolare nella tarda serata di ieri, rimbalzando su tutti i siti dei principali quotidiani online italiani (e persino in qualche edizione cartacea) riportava la prossima chiusura della famosa applicazione di messaggi, in favore di una migrazione massiccia da parte di tutti gli utenti sul rinnovato Facebook Messenger. Applicazione, quest'ultima, diventata necessaria per continuare a parlare con i propri amici del social network anche sul proprio dispositivo mobile, dopo la recente decisione di eliminare la chat interna dall'app di Facebook.

Ma si è trattato semplicemente di un errore, di una cattiva interpretazione dell'articolo del Daily Mail a cui tutti hanno fatto riferimento: qui, però, si parla semplicemente del nuovo Facebook Messenger, delle funzioni extra e del suo distaccamento dall'app principale, aggiungendo come, contrariamente a quanto riportato in Italia, Mark Zuckerberg sia ancora interessato a mantenere entrambi i servizi attivi per aumentare il proprio pubblico. Quindi non solo non si è parlato di nessuna chiusura, ma addirittura si è rafforzata l'idea di non voler giungere, almeno nel prossimo futuro, a questa decisione.

E lo sanno bene i loro utilizzatori, sia WhatsApp che Facebook Messenger hanno alcune sostanziali differenze: se con entrambi è possibile scrivere messaggi ai propri contatti (e, a breve, anche parlare con loro), il loro bacino d'utenza è differente. Con il primo si accede a tutti i numeri inclusi nella SIM, sostituendo così i vecchi SMS, mentre con il secondo a tutti gli amici collegati tramite il famoso social network, proprio come una vera chat: alcune persone, quindi, risulteranno sì presenti in entrambi gli elenchi, ma altre no.

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017