Excite

Dyson Energy Bracelet, il calore del corpo carica il telefono

I telefonini di ultima generazione hanno bisogno di molta energia in più rispetto ai vecchi modelli.

Schermi touchscreen, connessioni ad internet, macchine fotografiche integrate con flash, giochi e applicazioni vari, melodie polifoniche, mettono a dura prova la durata delle batterie.

L’esigenza è quella di avere batterie sempre più piccole e leggere, ma sempre più potenti e durature. Così le case produttrici stanno implementando molto la ricerca sul settore dell’alimentazione elettrica.

Potrebbe risolvere questo problema il Dyson Energy Bracelet, un prototipo di bracciale che riesce ad accumulare energia dal nostro corpo per trasformarla in energia elettrica.

Sfruttando la differenza di temperatura presente fra la parte del bracciale che tocca la nostra pelle e quella che invece è a contatto con l’aria, questo bracciale potrebbe generare una quantità di energia sufficiente per alimentare i telefoni che richiedono maggiore energia.

Il bracciale ha un aggancio USB al quale collegare il nostro telefono quando la batteria si fosse esaurita o stesse per consumare la carica. Il principio fisico alla base è l’effetto Seebeck cioè un effetto termoelettrico per cui in un circuito costituito da conduttori metallici o semiconduttori, una differenza di temperatura genera elettricità.

Al momento il Dyson Energy Bracelet è, però, solo un prototipo che va perfezionato. Si pensi che sfruttando l’effetto Seebeck si riesce a convertire solo il 7% della potenza termica in potenza elettrica, ma le sorprese che potrebbe rivelarci in futuro potrebbero essere rivoluzionarie.

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017