Excite

Dislessia: si cura con tab, app e smartphone per la lettura

  • Facebook

Lenin Grajo, Master of Education e Docente di Scienza Professionale e Terapia Occupazionale alla Saint Louis University ha scritto un interessante articolo pubblicato su Science Daily e che riguarda il rapporto tra le nuove tecnologie e la cura della dislessia, un Disturbo Specifico dell’Apprendimento.

Gli smartphone possono in tal senso giocare un ruolo fondamentale. Ecco quanto scrive Grajo "Le app possono svolgere un compito importante, ovvero avvicinare i bambini affetti da questo disturbo alla lettura. Il mio lavoro si concentra in massima parte sulla partecipazione".

"Ovvero", continua Grajo "quanto gradimento suscita nei bambini dislessici un determinato compito e non su quanto bene venga svolto. In questo senso i nuovi dispositivi tecnologici, quali smartphone e tablet, sono di grandissimo aiuto".

Grajo si spiega meglio. "Provate a chiedere ad un ragazzino dislessico di leggere un libro, la sua risposta sarà senz'altro No. Attraverso le app, però, si è aperto uno spiraglio importante e convincere un piccolo paziente affetto da un Disturbo Specifico dell’Apprendimento ad avvicinarsi alla lettura di venta decisamente più facile".

"Esistono diverse applicazioni per smartphone e tablet che rendono la scrittura e la lettura molto più fruibile, praticamente un gioco. In questo modo i ragazzi lavorano e si divertono. I genitori ne devono tener conto: una volta che i bambini si sentono sicuri, saranno in grado di eseguire le operazioni da soli, senza aiuti da parte di familiari o docenti".

La dislessia è una disabilità specifica dell’apprendimento di natura neurobiologica. Essa è caratterizzata dalla difficoltà a effettuare una lettura accurata e/o fluente e da abilità scadenti nella scrittura e nella decodifica. Queste difficoltà tipicamente derivano da un deficit nella componente fonologica del linguaggio che è spesso inattesa in rapporto alle abilità cognitive e alla garanzia di un’adeguata istruzione scolastica.

Questa è la definizione ufficiale della dislessia pubblicata dall’International Dyslexia Association (Ida) nel 2003. La dislessia non ha la stessa prevalenza sulla popolazione generale nei diversi paesi. Esistono differenze anche molto marcate. In Italia i dati ufficiali parlano del 3,5%, mentre negli Stati Uniti del 7,4%.

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017