Excite

Come pagare WhatsApp con e senza carta di credito

È uno dei servizi di messaggistica istantanea per smartphone più utilizzati in Italia, gratuito per un anno e poi disponibile in abbonamento: vediamo, dunque, come pagare WhatsApp, quali le migliori soluzioni e le metodologie per riuscire a non sbagliare.

Trucchi WhatsApp: le 12 funzioni che ancora non conosci

L'applicazione, ormai gratuita per tutti, non rimane in versione free per sempre: la si può scaricare senza dover spendere nemmeno un centesimo ma, dopo 12 mesi in cui la si è utilizzata più o meno frequentemente, questa assumerà un costo. Quanto? Solo 0,89 centesimi all'anno, oppure, se si preferisce risparmiare, si può decidere di optare per un abbonamento da tre anni a 2,40 euro (con un risparmio del 10%) o una da cinque anni a 3,34 euro (con uno sconto del 25%).

WhatsApp non funziona e nasce la parodia video #whatsappdown

Per procedere al pagamento è sufficiente aprire WhatsApp e da qui andare su “Impostazioni”, poi “Account” e, infine, su “Info pagamento”. Vi si aprirà ora una nuova scheda con cui poter controllare il vostro conto e decidere come e per quanto tempo sottoscrivere l'utilizzo dell'applicazione di messaggistica.

Ma come si paga? Diversi sono i metodi di pagamento che sono supportati a seconda del sistema utilizzato e del proprio operatore telefonico. Tutti i clienti Android possono scegliere di pagare tramiteGoogle Wallet, oppure, cliccando su “Invio Url per pagamento” (sempre sotto la pagina dedicata alle info), avere un link con cui procedere tramite carta o PayPal. In Italia, inoltre, Wind permette di scalare la cifra direttamente dal proprio creito telefonico.

Ma quando si paga WhatsApp?

Ma come capire quando è venuto il momento di pagare WhatsApp? Avete scaricato l'app ma ormai non vi ricordate da quanto lo utilizzate? Non sapete quando l'anno free (o quello pagato) scadrà e avete paura che, da un momento all'altro, il servizio salti? Potete controllare tutti i vostri dati sempre nella sezione “Info pagamento”, ma non vi preoccupate perché, quando starà per giungere il momento, vi arriverà una notifica che vi ricorderà di dover pagare WhatsApp. E se procederete al saldo anticipato, questo varrà non dal momento in cui avete effettuato il versamento, ma si accumulerà e partirà dal giorno esatto in cui comunque, avreste dovuto iniziare a pagare.

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017