Excite

Caricabatterie unico: più comodo ed ecologico anche secondo l'UE

Maggiore comodità e, sopratutto, minori sprechi: sono queste due delle principali ragioni che stanno delle decisioni dell'Europarlamento che, nelle ultime ore, sta muovendo i primi passi verso l'utilizzo di uno stesso modello di caricabatterie per tutti i Paesi membri.

Una decisione promossa dalla relatrice del provvedimento Barbara Weiler e parte integrante di tutto un progetto volto a creare Norme comuni per l'intera UE. Si tratta di un testo dedicato alla messa in vendita sul mercato degli Stati dell'Unione di tutta una serie di dispositivi tecnologici, tra cui compaiono non solo smartphone, ma anche radio, modem, telecomandi a onde radio: il tutto al fine di non creare né interferenze né, tantomeno, rifiuti elettronici ancora più ingestibili (al momento questi ultimi hanno raggiunto la quota annuale di 51mila tonnellate).

Un ottimo investimento per l'ambiente sì, ma anche per i consumatori che, oltre a non ritrovarsi con nuovi caricabatterie a ogni sempre più frequente cambio di smartphone e con relativo secondo acquisto degli stessi per eventuali automobili e posti di lavoro, potranno forse sperare in una lieve diminuzione dei prezzi. Ovviamente nell'eventualità di un caricabatterie comune, infatti, che senso avrebbe includerlo all'interno di ogni confezione di qualsiasi telefono?

Ma il progetto è già legge? Non ancora e sembra proprio che ancora un bel po' di tempo debba passare per arrivare a una conclusione positiva per questa proposta ecologista e conveniente. Gli ultimi fatti avvenuti nelle ultime ore, infatti, rappresentano solo un secondo step che, seppur approvato con 550 voti a favore, 12 contrari e 8 astenuti, segue la decisione del Consiglio dei Ministri approvata lo scorso dicembre.

Ora la palla passa agli Stati che, nei prossimi due anni, dovranno dare il via libera alla Norma anche da un punto di vista interno. Se tutto proseguirà per il verso giusto, questa dovrà poi essere messa in pratica dalle aziende che, in tre anni, dovranno adattarsi a tutto il nuovo regolamento dedicato al caricabatterie unico e tutti i dispositivi radio.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017