Excite

Boom dei phablet, metà smarphone e metà tablet

  • Facebook

La grossa novità la porta in dote una analisi della Barclays. Il 2013 sarà l'anno dei cosiddetti phablet, ovvero gli ibridi a metà strada tra uno smartphone ed un tablet. Device mobili con display da almeno 5 pollici con Sim integrata.

Samsung Galaxy Note, guarda la videorecensione

Il Galaxy Note prodotto dalla Samsung è solo uno degli esempi più riusciti. Certo che a vedere questi grossi dispositivi, il primo pensiero che balza alla mente suona più o meno così: "ma non sarà un po' troppo scomodo ricevere e telefonare attraverso device della grandezza di un citofono?".

Ma tant'è. Le previsioni vedono un 2013 tutto appannaggio dei phablet, le cui vendite supereranno abbondantemente quelle dei personal computer portatili. Un periodo d'oro che culminerà nel 2015, quando gli smartphone giganti avranno completato la conquista del mercato. Infatti, secondo quanto ritiene Barclays, il comparto dovrebbe crescere del 70% in tre anni, toccando un volume di 135 miliardi di dollari entro il 2015. I vendor coinvolti quest’anno dovrebbero distribuirne 142 milioni nel mondo, fino ad arrivare a 402 milioni nel 2015.

D'altronde i phablet hanno dalla loro una estrema versatilità, che li porta ad essere ora cellulari, ora pc. In tal senso, questo tipo di prodotto potrebbe attecchire molto nei paesi in via di sviluppo, dove sarebbe parecchio apprezzato un unico device buono per tutte le esigenze.

Huawei (che al Ces di Las Vegas ha già presentato il suo nuovo Ascend Mate), Htc, Lg e Lenovo sono solo alcune delle aziende pronte a lanciarsi a capofitto nella nuova arena: e c'è chi sostiene che prossimamente saranno disponibili già modelli low cost: è nata una nuova era?

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017