Excite

Attenti alle suonerie, potrebbero violare il copyright

Se il telefono squilla in pubblico, tutti avranno modo di ascoltare la canzone impostata come suoneria dall'utente. Questa cosa sembra ovvia e scontata, nessuno ci pensa.

Meno ovvio e scontato è il fatto che spesso le nostre suonerie violano il copyright.

A farci riflettere sui questo aspetto riguardante i nostri cellulari che fino ad oggi è stato poco considerato è stata l’ASCAP (American Society of Composers, Authors and Publisher), una sorta di SIAE americana.

L’ASCAP ha avviato un'azione legale contro la società di telecomunicazioni americana At&t per ottenere i mancati compensi derivanti dalla riproduzione delle suonerie nei casi un cui queste siano melodie protette dal diritto d'autore.

Dal momento che tutti possono sentire il nostro cellulare che squilla, ciò si configura, secondo l'associazione ASCAP, come un'esecuzione pubblica vera e propria.

Se il tribunale dovesse dare ascolto alle teorie dell'American Society of Composers, Authors and Publisher, le conseguenze sarebbero negative non solo per At&t ma anche per gli utenti, che a quel punto non disporrebbero più delle autorizzazioni per riprodurre in pubblico i brani musicali presenti nei lori apparecchi di telefonia mobile.

Il tribunale americano deve ancora pronunciarsi su questa vicenda che è molto controversa. Di certo, però, mette in evidenza quanto le tradizionali norme che regolano il copyright siano inadeguate rispetto alle nuove tecnologie.

Anche perché, applicando alla lettera questo stesso principio, violerebbero il diritto di autore anche le persone che ad esempio ascoltano la radio in spiaggia o in macchina con i finestrini aperti. È un po’ esagerato...

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017