Excite

Arriva l'app che fa sparire i messaggi inviati per sbaglio

  • Youtube

Quante volte capita di mandare un sms del quale nel frattempo ci si era già pentiti? Testo imbarazzante, destinatario sbagliato o più semplicemente valutazioni tardive dell’opportunità del messaggio: per l’una o l’altra ragione ci si trova a “mangiarsi le mani” dopo aver premuto “invia” sul telefonino.

10 motivi per cui smartphone e tablet dovrebbero essere vietati sotto i 12 anni

D’ora in poi però, grazie all’intuizione di un medico americano interessato a inventare qualcosa di utile per ottimizzare la gestione delle cartelle cliniche dei pazienti dell’ospedale, l’utente avrà la possibilità di rimediare all’errore cancellando immediatamente il messaggino dalla memoria del cellulare.

In pratica, con la funzione protect your privates gli utenti avranno a disposizione il tasto recall per eliminare l’sms sgradito impedendone la visione al destinatario grazie all’attivazione di impostazioni di sicurezza sul livello più alto.

La geniale trovata del dottor Isaac Datikashvil passerà alla storia anche perché l’app in questione, al momento riservata ai proprietari di dispositivi iOS ma destinata a raggiungere il mercato Android e Windows, contiene un’opzione speciale che consente di fare un’istantanea della reazione della controparte dopo il messaggio.

(Arriva l'app che permette di far sparire all'istante un sms non gradito: video)

Impossibile, una volta installato protect your privates, per il destinatario dell’sms oggetto del “recall” effettuare uno screenshot del testo sgradito al mittente oppure girarlo ad altri contatti in rubrica.

Appetibile inoltre si presenta la facoltà di impostare la deadline per la lettura del messaggino in tre, dodici o 24 ore a seconda del livello di protezione scelto ("Mild", "Wild" o "Insane") dall’utente interessato.

In una breve intervista al quotidiano britannico “Mirror”, l’inventore dell’app “protect your privates” Isaac Datikashvil ha definito la sua creatura “il modo migliore per garantire la sicurezza” sulle conversazioni a distanza via cellulare.

Una sorta di “diritto di ripensamento” sugli sms si fa quindi avanti nel mondo della telefonia mobile e c’è solo da attendere qualche mese per capire quanto sarà stata concretamente apprezzata l’idea del medico statunitense paladino della privacy.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017