Excite

Apple contro Samsung: è arrivato il giorno della verità

  • Infophoto

Avete copiato l'iPhone e l'iPad. Vogliamo 2,5 miliardi di dollari. E dal mercato Usa devono sparire i vostri smartphone e tablet” contro “Non è vero, siete voi che avete infranto alcuni nostri brevetti. Ci dovete 422 milioni di dollari”. Ecco accusa e controaccusa in quello che molti hanno definito “il processo del secolo”, la battaglia dei brevetti tra Apple e Samsung. Nelle scorse settimane gli ultimi testimoni hanno detto la loro, adesso (nella notte italiana) si sono svolte le arringhe finali e la giuria si è ritirata per deliberare.

Impossibile il tentativo di trovare un accordo tra le parti. Il giudice Lucy Koh ci ha provato più volte, fino a pochi giorni fa, ma niente. “Vedo rischi per ambedue le parti. È il momento della pace”, aveva detto il giudice, ma anche l'ultimo colloquio telefonico tra Tim Cook, amministratore delegato di Apple, e il numero uno di Samsung Know Oh Hyun è andato a vuoto.

Apple vs Samsung: sarà pace?

"Non nascondo la difficoltà che ho nel gestire questo processo", ha detto il giudice Koh spiegando quanto fosse complessa la questione viste le numerose variabili in gioc in un contesto estremamente tecnico.

Samsung si difende dicendo che le vendite del tablet Galaxy Nexus “sono state talmente basse(circa 250 milioni di dollari nei primi due trimestri, ndr)”, da non rappresentare una minaccia. Cupertino risponde che si trattava, comunque, di “una strategia per battere Apple”.

Secondo gli esperti se dovesse vincere l'azienda fondata da Steve Jobs, Samsung e altri concorrenti saranno spinti a portare sul mercato prodotti in grado di distinguersi nettamente da Apple. Se, invece, dovesse avere la meglio la società sud-coreana, sul mercato arriverebbero tanti piccoli “gemelli” dei prodotti Apple. In ogni caso si tratterà di un verdetto che avrà un certo peso nella storia della tecnologia e cambierà lo scenario attuale nonché la stessa interpretazione di brevetto. Non rimane che aspettare...La parola ai giurati.

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017