Excite

App per iPhone e Ipad, sono 50 miliardi: le più scaricate di sempre

  • Getty Images

50 miliardi. A tanto ammonta il numero di download da iPhone ed iPad per le applicazioni Apple. Numeri strabilianti, se si pensa che i dati si riferiscono agli ultimi 4 anni e 10 mesi: l'Apple store fu infatti "inaugurato" nel luglio del 2008.

Da allora una caterva di successi infinita per il negozio virtuale della mela morsicata. La Apple ha reso note le classifiche delle app più scaricate, a pagamento e gratuite, sia per i pad che per i phone.

LE APP A PAGAMENTO PIU' SCARICATE DI SEMPRE PER IPHONE Angry Birds, Fruit Ninja, Doodle Jump, Cut The Rope, Angry Beard Seasons, WhatsApp Messenger, Camera, Words With Friends, Tiny Wings, Angry Birds Space.

LE APP GRATUITE PIU' SCARICATE DI SEMPRE PER IPHONE - Facebook, Pandohra Radio, Instagram, Youtube, Skype, Words With Friends Free, The Weather Channel, Twitter, Temple Run, Google Search.

LE APP A PAGAMENTO PIU' SCARICATE DI SEMPRE PER IPAD- Pages, Angry Birds Hd, Angry Birds Seasons HD, Where’s My Water?, Fruit Ninja HD, Angry Birds Space HD, GarageBand, Words With Friends HD, Cut the Rope HD,Keynote.

LE APP GRATUITE PIU' SCARICATE DI SEMPRE PER IPAD - Skype for iPad, The Weather Channel for iPad, Netflix, Angry Birds HD Free, Kindle, Facebook, Pandora Radio, Calculator for iPad Free, Fruit Ninja HD Free, Words With Friends HD Free.

Come si può notare, a fare la parte del leone tra le app a pagamento sono soprattutto videogames (Angry Birds, Fruit Ninja, Jump, Cut The Rope). Bene anche l'arcinoto WhatsApp Messenger e Garage Band, l'applicazione che consente di scrivere musica o registrare un pezzo.

Tra le app gratis è internet e il suo bisogno di "social" e di "condiviso all'istante" a dominare. Facebook, Instagram, Twitter, Skype, Youtube e Google Search sono nelle primissime posizioni. Regge la concorrenza l'antenato di Ruzzle, Words With Friends nella versione 'free'.

Successo in ogni caso strabiliante per l'azienda californiana, che può brindare ad un traguardo storico.50 miliardi di app non sono bruscolini. La casa di Cupertino, inoltre, è anche venuta a capo della annosa vicenda che l'ha vista suo malgrado protagonista: la class action intetata da alcune famiglie che si erano viste recapitare richieste da centinaia e centinaia di dollari per le spese dissennate dei propri figli sugli store virtuali della Apple.

La casa della mela morsicata rimborserà le famiglie con una speciale card ed inserirà negli store l'avviso "in app purchase" a segnalare la presenza di app a pagamento.

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017