Excite

Addio al roaming con le nuove tariffe UE

  • Twitter @Tecno__Android

Buone notizie per chi viaggia spostandosi da un Paese all’altro dell’Europa: presto l’odioso surplus da pagare per le comunicazioni via cellulare all’estero scomparirà, ma da subito e cioè a partire dal 30 aprile 2016 il “ridimensionamento” del roaming sarà sensibile.

10 motivi per cui smartphone e tablet dovrebbero essere vietati ai bambini

Tutto questo grazie alla tariffa comunitaria discussa e approvata quasi 10 anni fa dalla Commissione per poi concretizzarsi in un taglio dei costi per gli utenti dell’80% rispetto al periodo precedente al 2007.

Dentro il territorio dell’Unione, da domani ci sarà poca differenza tra le tariffe nazionali e le spese per chiamate, messaggi e connessione internet con la maggiorazione del roaming che costeranno rispettivamente 5 centesimi al minuto, 2 centesimi e 5 cent ogni MB di traffico in più IVA esclusa.

Meno oneri per i viaggiatori, quindi, in vista del definitivo abbattimento delle vecchie tariffe che gravavano pesantemente sulle tasche degli utenti a causa del “rimbalzo” tra compagnie telefoniche di diversi Paesi europei, fissato dalle autorità comunitarie in data 15 giugno 2017.

(Cosa cambia col nuovo piano tariffario europeo in materia di roaming? Video)

Facendo un minimo attenzione al credito disponibile, comunque già dal prossimo mese chiunque si trovi in viaggio entro i confini dell’Unione non avrà più l’ansia di dover centellinare le chiamate evitando anche la navigazione in rete per non vedersi sottrarre euro su euro dal gestore del servizio di telefonia mobile.

Il costo complessivo delle chiamate in uscita in base al nuovo regime previsto dalla riforma del roaming dati sarà, secondo i calcoli degli addetti ai lavori, di 3 volte inferiore all’importo ad oggi dovuto in virtù dei piani tariffari finora rimasti in vigore.

Gli effetti di questo sostanzioso sconto a favore dei cittadini europei in viaggio saranno tangibili nel giro di pochi giorni, ma tra esattamente 13 mesi e due settimane la parola “roaming” sarà un (sempre più lontano) ricordo per milioni di proprietari di telefonini con cittadinanza UE.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

mobile.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017